Contrasti di gusto in cucina: i 5 abbinamenti culinari più originali

17 Jan 2019

Le tradizioni gastronomiche, si sa, rappresentano un perno di fondamentale importanza all’interno del panorama culturale di un paese. 

Un po’ ovunque nel mondo, ma forse specialmente in Italia, le antiche ricette vengono tramandate quasi con un alone di sacralità e le proposte più originali, che esulano dai consueti canoni di gusto, spesso faticano ad affermarsi.

 

Anche la tradizione si evolve

La cucina, tuttavia, è in costante evoluzione e alla continua ricerca di sapori che possano fornire nuovi stimoli al nostro palato. Tutto ciò passa dalla fusione tra usanze gastronomiche geograficamente e culturalmente distanti tra loro e dall’abbinamento tra sapori che a un primo impatto possono apparirci totalmente incompatibili. Proviamo allora ad addentrarci in questo mondo di contrasti analizzando alcuni dei più marcati e prendendo in considerazione abbinamenti culinari strani, ma a cui in parte siamo già abituati, e altri invece totalmente originali.

 

Curioso di scoprire tutti gli abbinamenti della tradizione modenese? Scarica  l'ebook e scopri i quattro menù delle (nostre) quattro stagioni!

 

Manzo e cioccolato

Il cioccolato è conosciuto ovunque come il re dei dessert. Tutti apprezzano le sue note dolci, intense e aromatiche, che ne fanno uno dei protagonisti più apprezzati di torte e dolci al cucchiaio. Questo ingrediente, tuttavia, conosce numerosi impieghi anche nei primi piatti (pensiamo alle tagliatelle al cacao) e nei secondi. Se l’abbinamento col pesce risulta ancora piuttosto audace e non semplice da accettare anche per i palati più “aperti”, quello con la carne è decisamente più comune e diffuso. Con il manzo, in particolare, si sposa alla perfezione: come salsa da aggiungere a una tagliata o a delle scaloppine, oppure da sciogliere direttamente a fine cottura in uno spezzatino o in una ciotola di chili, per ammorbidirne il gusto.

 

Maiale e caffè

Il caffè è un altro di quegli ingredienti tradizionalmente legato alla creazione di piatti dolci, pensiamo ad esempio al gelato o al classico tiramisù. Utilizzato correttamente però, come nel caso del cioccolato, può dare un tocco originale e creativo anche a preparazioni salate e, in particolare, si abbina alla grande con la carne di maiale. Nel continente americano ad esempio è molto comune il suo utilizzo per le cosiddette “dry rub”, ossia le marinature a secco: mescolato a sale, pepe e altre spezie viene usato per massaggiare le costolette di maiale prima di una lenta cottura al barbeque, oppure per dare una nota vibrante a una braciola alla griglia.

 

Frutta e formaggio

Il formaggio è uno dei signori indiscussi della tradizione gastronomica italiana e il suo abbinamento con la frutta non è poi così inconsueto. Pensiamo ad esempio al classico cacio con le pere, oppure al delizioso connubio tra formaggi molto stagionati (specialmente di pecora) e dolci marmellate. Esistono tuttavia anche abbinamenti più originali e certamente meno conosciuti, che esaltano altrettanto bene questi due ingredienti. I formaggi erborinati, per esempio, si sposano alla perfezione con l’ananas, mentre la feta va a nozze con l’anguria e qualche foglia di menta. Gli amanti dei contrasti ancora più decisi, poi, non possono non apprezzare una “caprese” di fragole e parmigiano.

 

Gelato e aceto balsamico

L’aceto balsamico è una delle eccellenze gastronomiche del nostro territorio, nonché uno dei prodotti italiani più invidiati e ricercati all’estero. Il suo profumo complesso e penetrante, la sua armonica acidità e il suo inimitabile sapore agrodolce sono in grado di arricchire qualunque piatto, da una semplice insalata a un arrosto di carne, fino alle crudità di pesce. La sua eccezionale versatilità lo rende però straordinario anche nell’accompagnare preparazioni dolci o a base di frutta, come gelati, semifreddi e composte di frutti di bosco (da riproporre anche come ghiaccioli).

 

Pesce e latticini

È forse uno degli abbinamenti culinari che più fa storcere il naso ai tradizionalisti e che, almeno fino a qualche tempo fa, per molti rappresentava un vero e proprio sacrilegio gastronomico. In realtà la cucina italiana è ricca di esempi, antichi e moderni, di fusione tra questi due sapori apparentemente troppo contrastanti. Relativamente diffuso e piuttosto gustoso è l’abbinamento tra pesci dal carattere forte, come salmone o tonno, e formaggi delicati come mozzarella (o stracciatella) di bufala, provola e ricotta. Tuttavia non mancano gli esempi di connubi ben più decisi, come quello tra pecorino e crostacei o molluschi.

 

Sei alla ricerca di un menu stagionale? Scarica l'ebook

MUSSINI NEWSLETTER

Condividi sui Social